lunedì 18 marzo 2019

PROMOZIONE Santolamazza nuovo allenatore

Inizia oggi la terza avventura di Romolo Santolamazza sulla panchina dell’Acd Guidonia. E’ lui l’uomo scelto dalla società per cercare di salvare la squadra in questo difficile finale del campionato di Promozione.
Una striscia negativa nelle ultime giornate ha complicato la situazione in classifica e la proprietà ha ritenuto opportuno dare una scossa. Come sempre a pagare in questi casi è l’allenatore, ma tutti i giocatori sono chiamati a prendersi le responsabilità. Una reazione si è già vista a Vicovaro con un Guidonia che ha lottato fino all’ultimo minuto e nonostante l’ennesimo rosso subito in questa stagione ha cercato il pareggio anche nei minuti di recupero. Il mister Santolamazza ha visto la gara dalla tribuna ed è andato via soddisfatto della prestazione, ma rammaricato per il risultato.
Santolamazza aveva già allenato il Guidonia in Eccellenza nelle stagioni 2011/2012 (subentrato) e 2012/2013 (richiamato a poche giornate dalla fine). Un passato da portiere (anche secondo della Roma in Serie A) e da mister esperienze in Serie D (da applausi la salvezza con il Cynthia).
“La squadra meritava di uscire almeno con un punto da Vicovaro – le dichiarazioni dell’allenatore Santolamazza -. Nella prima frazione abbiamo sofferto solo su situazioni da calcio piazzato. Nel secondo tempo il Guidonia ha giocato meglio degli avversari. L’arbitraggio? Ovviamente ha influito sul risultato finale. La trattenuta su Toncelli è stata netta, mentre il rigore per il Vicovaro molto dubbio e in quell’occasione siamo anche rimasti in dieci. Credo nella salvezza, ci sono tutte le possibilità per raggiungerla”.
La prima settimana di lavoro porterà al big match contro il Fiano Romano secondo in classifica. Serve un’impresa, una partita perfetta.

L'allenatore Romolo Santolamazza

domenica 17 marzo 2019

PROMOZIONE Sconfitta di rigore a Vicovaro


Forse il miglior Guidonia stagionale mette in grande difficoltà una squadra di alto livello come il Vicovaro. La scossa data dalla dirigenza in settimana porta ad un cambiamento nell'interpretazione della sfida. Solo episodi arbitrali molto dubbi decidono la contesa. Negato al Guidonia un chiaro rigore su Toncelli. La corsa verso la salvezza si complica ulteriormente e domenica contro il Fiano Romano servirà la classica partita perfetta. Da domani inizierà ufficialmente l'avventura di Romolo Santolamazza sulla panchina di un Guidonia che deve ripartire dalla gara di oggi per restare in Promozione.

VICOVARO-GUIDONIA 1-0

Vicovaro: Bussi, D'Urbano, Cavuoto (16' st Fenili), Colantoni (30' st Petrella), Botti, Ianzi, Petrucci, Baronci, Pietrangeli (33' st Lillo), Neroni, Cecchini (46' st Figlioli). A disp.: Maiorani F., Di Fausto, Maiorani C., Falcone.
Guidonia: Maiellaro, Talone, Marroni, Ciaraglia, Aversa, Mattia, Evangelista (38' st Casalenuovo), Festa M. (35' pt Proietti), Toncelli, Berardi, Alberghini (21' st Kwiatkoski). A disp.: Colaiuta, Franceschi, Graziano, De Santis F., Festa L., Felici.
Arbitro: Baratta di Ciampino.
Marcatore: 13' st rig. Cecchini (Vic).
Note: espulso Berardi (Gui) al 13' st per fallo su chiara occasione da rete. Ammoniti Evangelista (Gui), Ciaraglia (Gui), Talone (Gui), Petrella (Vic).

VICOVARO (Rm) – Vince soffrendo il Vicovaro, con un Guidonia che lotta fino all'ultimo minuto. Il signor Baratta di Ciampino ci mette del suo, prima non concedendo un chiaro fallo di rigore per una trattenuta evidente ai danni di Toncelli e successivamente andando a punire con un rigore ed espulsione l'intervento di Berardi su Cecchini, almeno dubbio. Non è il caso di parlare dell'arbitro, ma questi episodi decidono gare equilibrate e i punti alla fine del campionato pesano sempre.
La prestazione del Guidonia è sicuramente positiva nonostante un grande Vicovaro nella prima frazione, capace più volte di sfiorare il vantaggio soprattutto sui calci piazzati con Botti che colpisce un palo esterno di testa e Ianzi che manda alto due volte indisturbato e da ottima posizione. Il Guidonia non resta di certo a guardare e fallisce in due ripartenze il colpo grosso.
Il secondo tempo vede il Guidonia più in palla e la contesa si anima quando non viene accordato il rigore ai danni di Toncelli, trattenuto dalla maglia. Al 13' Cecchini cade in area per un contatto con Berardi, rigore ed espulsione. Dal dischetto Cecchini angola in basso alla sinistra di Maiellaro che indovina la traiettoria ma può solo sfiorare, tanto è precisa l'esecuzione. Nonostante l'inferiorità numerica il Guidonia non si pede d'animo. Con una staffilata Ciaraglia sfiora l'incrocio e solamente un prodigio di riflessi di Bussi toglie la soddisfazione della rete di testa a Toncelli sul traversone di Evangelista. Quando riparte il Vicovaro trova ampi spazi, ma Neroni calcia a lato e in una seconda occasione vede Maiellaro respingere bene di piede all'altezza del primo palo.
Guidonia che deve ripartire dalla prestazione, senza guardare la classifica e con la rabbia di chi vuole andare a prendersi la vittoria domenica in casa nonostante la presenza di uno squadrone come il Fiano Romano di fronte. Squadra affidata a Romolo Santolamazza che domani inizierà ufficialmente la sua terza avventura alla guida del Guidonia.



venerdì 15 marzo 2019

PROMOZIONE Cambio della guida tecnica

“L’Associazione Calcio Dilettantistica Guidonia ringrazia Nicola Antognetti per il lavoro svolto fino ad oggi con grande professionalità con la prima squadra che milita nel campionato di Promozione.
Il presidente Giuseppe Bernardini, il direttivo e lo staff sono concordi nell’affermare di aver visto un grande impegno da parte del mister durante tutti i giorni.
Il Guidonia ha scelto di cambiare la guida tecnica per questo finale di stagione e a breve comunicherà il nuovo allenatore.

A Nicola Antognetti un sincero in bocca al lupo per un futuro ricco di soddisfazioni, ribadendo la massima stima nei suoi confronti”. Il comunicato del club. 


domenica 10 marzo 2019

PROMOZIONE Tris del Settebagni, troppi errori Guidonia


Gli errori di sempre piegano il Guidonia: primo gol preso con un lancio a superare la difesa alta e l'avversario che scatta sul filo del fuorigioco, secondo e terzo su calcio piazzato con tutti i giocatori fermi a guardare il pallone entrare oppure l'attaccante avversario colpire più volte industurbato. Inoltre il solito cartellino rosso a complicare anche la partita successiva. In questi momenti occorre giocare più con la testa che con i piedi. Ci sono anche indicazioni positive come il miglioramento dello stato di forma di alcuni giocatori e la speranza di rivedere lo spirito battagliero quando la squadra tornerà al completo. Tutto è ancora possibile e domenica trasferta a Vicovaro.

GUIDONIA-SETTEBAGNI 1-3

(26esima giornata del campionato di Promozione 2018/2019 – domenica 10 marzo 2019)

Guidonia: Maiellaro, Mattia, Festa S., Festa M. (21' st Toncelli), Franceschi, Marroni, Proietti, Ciaraglia, Kwiatkowski (41' st Casalenuovo), Aversa, Alberghini (35' st Evangelista). A disp.: Berardi, Talone, Calabrese, Graziano, Fiorentini, Festa L. All.: Antognetti.
Settebagni: Mercurio, Fia, Paravati, Proietti, Diaco (42' st Paci), Albertini, Trugu, De Gennaro (45' st Seri), Muscuso (33' st Rosicarelli), Lori (14' st Guido), Ragaglini (23' st Prosperi). A disp.: Paganucci, Paci, Rarinca, Pauli, Occhipinti. All.: Argento.
Arbitro: Nuccetelli di Roma 2.
Marcatori: 30' pt Muscuso (Set), 18' st Proietti (Set), 27' st Muscuso (Set), 29' st rig. Toncelli (Gui).
Note: espulso Festa S. (Gui) al 28' st per doppia ammonizione. Ammoniti Fia (Set), Diaco (Set), Trugu (Set), Marroni (Gui).

MONTECELIO (Rm) – Vince con merito il Settebagni che gioca meglio del Guidonia e porta a casa tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza dei romani. I guidoniani pagano l'eccessivo nervosismo in campo. Dopo una buona occasione sciupata da De Gennaro con un tiro a lato da ottima posizione, il Settebagni passa in vantaggio al 30' con Muscuso che di testa mette dentro su assist di Trugu bravo a scattare sul filo del fuorigioco. Il Guidonia reagisce con la bella conclusione di fuori di Marroni deviata in angolo da Mercurio. Nel secondo tempo Massimiliano Festa sfiora la traversa con un pallonetto. Il raddoppio del Settebagni con la punizione di Proietti che nessuno tocca e si infila all'angolino piega le gambe al Guidonia. Il miracolo di Maiellaro, volo a deviare sopra la traversa il colpo di testa di Paravati, porta al corner e al gol su mischia di Muscuso. Per proteste il capitano Festa finisce sotto la doccia. Finale d'orgoglio del Guidonia che realizza il gol della bandiera con Toncelli su calcio di rigore.



martedì 5 marzo 2019

PROMOZIONE Il Guidonia spreca, il Cantalice colpisce

Il tris del Cantalice è di quelli pesanti per il Guidonia che non riesce a fare resistenza alla squadra reatina pur giocando in alcuni momenti costantemente all'attacco. Mentre i guidoniani falliscono alcune buone occasioni, i padroni di casa si dimostrano più precisi. Domenica arriva il Settebagni e naturalmente sarà importante ritrovare quella precisione sotto porta e quella determinazione nelle marcature necessarie per portare a casa un risultato positivo.

CANTALICE-GUIDONIA 3-0

(25esima giornata del campionato di Promozione 2018/2019 - domenica 3 marzo 2019)

Cantalice: Pezzotti, Rossi (43’ st D’Ippolito), Fosso, Cianetti, De Gennaro, Agnesi (37’ st Dionisi), Suwareh (38’ st Civic), Mattei, Tiengo, (30’ st Beccarini), Mostarda (11’ st Monaco di Monaco), Accardo. A disp.: Marini, Panfilo, Bonifazi. All.: Patacchiola.

Guidonia: Diofebi, Mattia, Servi (25’ st Talone), De Santis (11’ st Franceschi), Marroni, Festa M. (25’ st Graziano), Ciaraglia, Proietti, Evangelista (37’ st Calabrese), Alberghini, Casalenuovo (9’ st Kwiatkowski). A disp.: Maiellaro, Festa L., Aversa, Fiorentini. All.: Franceschi.

Arbitro: Damiani di Frosinone.

Marcatori: 16’ pt Tiengo (Can), 43’ pt Mattei (Can), 36’ st rig. Beccarini (Can).

Note: ammoniti Tiengo (Can), Rossi (Can), Cianetti (Can), Servi (Gui), Festa M. (Gui), Kwiatkowski (Gui). Spettatori 80.

CANTALICE (Ri) - Torna alla vittoria il Cantalice che rifila tre reti al Guidonia. Due squadre fortemente rimaneggiate si affrontano alla ricerca di punti pesanti per la classifica. I reatini partono forte con Suwareh che colpisce il palo con una forte conclusione rasoterra. Al 16’ con una mezza rovesciata su corner è Tiengo a sbloccare il match, una prodezza in acrobazia da ricordare. Quando Diofebi devia il rasoterra di Mattei sembra notte fonda per il Guidonia. Ma l’ultimo quarto d’ora della prima frazione vede gli ospiti all’attacco. Alberghini manda alto di testa, Casalenuovo in mischia non trova la porta, Servi in contropiede manda a lato in diagonale. Dalla parte opposta applausi per Diofebi che vola in controtempo su Tiengo. Non perdona invece Mattei che di piattone realizza il raddoppio del Cantalice. Piovono le occasioni, reazione rabbiosa del Guidonia e Pezzotti deve uscire bene su Evangelista e Alberghini, mentre Diofebi devia il tiro-cross di Suwareh.

Cantalice più attento nel secondo tempo, anche se il Guidonia si fa vedere con Ciaraglia che sfiora il palo. Gara chiusa con il rigore accordato per un fallo di mano di Mattia: Beccarini spiazza Diofebi. Nel recupero Pezzotti respinge una punizione di Marroni e Diofebi manda in angolo un tentativo di Monaco di Monaco.
Nel Guidonia esordi per Servi e Calabrese.


domenica 24 febbraio 2019

PROMOZIONE Vittoria del cuore sulla Vis Subiaco


Il Guidonia torna alla vittoria battendo per 3-2 la Vis Subiaco grazie ad una prestazione di cuore e sacrificio. I guidoniani non mollano un pallone e soprattutto nel secondo tempo dimostrano di avere quel carattere da formazione matura, una sorpresa considerando invece la giovane età della rosa a disposizione del mister Antognetti. Al termine della stagione mancano dieci giornate con nove partite da disputare per Festa e compagni (considerando il ritiro del Salto Cicolano). La prossima sfida è la trasferta di Cantalice dove il Guidonia non ha mai vinto nelle ultime annate: avanti con coraggio verso un'altra impresa.

GUIDONIA-VIS SUBIACO 3-2

(24esima giornata del campionato di Promozione 2018/2019 - domenica 24 febbraio 2019)

Guidonia: Diofebi, Mattia, Festa S., Aversa (1' st Evangelista), De Santis V., Marroni, Kwiatkowski (15' st Casalenuovo), Festa M. (6' st Ciaraglia), Toncelli, Berardi, Proietti. A disp.: Maiellaro, Graziano, Alberghini S., Calabrese, Franceschi, Talone. All.: Antognetti.
Vis Subiaco: Mastromattei, Stante, Scorpio (27' st Di Feo), Pizzelli, Proietti, Molinari, Dal Monte, Fabiani, Basilico, Neri, Ciaffi (36' st Stazi). A disp.: Gigli, Poggi, Pasqualoni, Tocca, Trombetta. All.: Orati.
Arbitro: Papponi di Viterbo.
Marcatori: 15' pt Basilico (Sub), 25' pt Festa M. (Gui), 35' pt Ciaffi (Sub), 29' st Mattia (Gui), 43' st rig. Toncelli (Gui).
Note: al 25' pt Mastromattei (Sub) respinge un rigore a Toncelli (Gui). Ammoniti Kwiatkowski (Gui), Festa S. (Gui), Festa M. (Gui), Mattia (Gui), Berardi (Gui), Stante (Sub), Mastromattei (Sub).

MONTECELIO (Rm) – Il capitano Simone Festa stringe i denti e nonostante una caviglia destra in pessime condizioni decide di scendere in campo per aiutare la squadra in questa partita decisiva per la stagione. Dopo tre sconfitte consecutive ed i risultati della mattina, in caso di sconfitta il Guidonia rischia di staccarsi dalla zona salvezza.
L'inizio è positivo per i guidoniani che vanno subito al tiro proprio con Festa che scalda i guantoni di Mastromattei su punizione. Ma al primo affondo la Vis Subiaco va in vantaggio: Basilico scatta sul filo del fuorigioco e in diagonale supera Diofebi. La reazione del Guidonia porta al pareggio di Massimiliano Festa che ribadisce in rete dopo un'azione avviata dal rigore parato da Mastromattei su Toncelli. Sulle ali dell'entusiasmo il Guidonia costruisce una bella azione corale, conclusa sopra la traversa da Massimiliano Festa. E' il momento migliore per gli uomini di Antognetti, ma al 35' la Vis Subiaco si riporta in vantaggio: cross di Scorpio e colpo di testa di Ciaffi sotto l'incrocio dei pali. Il Guidonia accusa il colpo ed i sublacensi sfiorano il colpo del ko: prima Dal Monte tocca a lato e poco dopo Ciaffi non inquadra di testa.
Il rientro in campo dagli spogliatoi porta ad un Guidonia determinato e rivitalizzato dagli ingressi di Evangelista e Ciaraglia. Mastromattei respinge sempre su Festa, Ciaraglia conclude alto, ancora il portiere sul tiro di Proietti e ancora una protesta per un'uscita del numero uno fuori dall'area (toccando la palla tra la spalla ed il braccio) e polemiche per un fuorigioco dubbio segnalato a Toncelli.
Sembra un'altra domenica stregata ma al 29' Marroni si guadagna una posizione dal vertice dell'area e Festa pennella un cross sul secondo palo dove arriva Mattia che di testa pareggia i conti. Al Guidonia non basta, sente di poter vincere e si butta all'attacco lasciando spazi pericolosi dove si infila Basilico che in contropiede manda alto solo davanti a Diofebi.
Un errore nel retropassaggio di Proietti vede Toncelli pronto a fiondarsi sul pallone, l'attaccante prova il dribbling ma viene atterrato da Mastromattei: è rigore che Toncelli realizza spiazzando il portiere.
La Vis Subiaco non ha più la forza nelle gambe per reagire ed il Guidonia difende questo prezioso successo. La salvezza diretta è sempre possibile e la classifica torna molto corta. La trasferta di Cantalice di domenica prossima diventa così una missione da veri uomini, come stanno dimostrando di essere questi giovani guidoniani.



domenica 17 febbraio 2019

PROMOZIONE Subiamo il sorpasso della Maglianese


La Maglianese batte il Guidonia e compie il sorpasso in classifica. Per la squadra di Antognetti, alla terza sconfitta consecutiva, ovviamente la situazione si complica. Eppure ci sono buoni segnali anche da questa trasferta, affrontata senza tre pedine fondamentali tra infortuni e squalifiche. Dopo un buon primo tempo, l'uno-due dei locali indirizza la partita. Non resta che concentrarsi per la prossima partita contro la Vis Subiaco che il Guidonia dovrebbe finalmente affrontare al completo.

MAGLIANESE-GUIDONIA 3-1

(23esima giornata del campionato di Promozione 2018/2019 – domenica 17 febbraio 2019)

Maglianese: Condur, Ceccarelli, Scocciono, Franucci, Falco (16' st Giuliani L.), Bonamici, Bongarzone (16' st Castiglioni), Ojeda (38' st Lahrac), Giuliani F., Lucà, Di Gennaro. A disp.: Farroni, Nustriani, Pistone, Magnerini, Morcharny, Tronca.
Guidonia: Diofebi, Mattia, Festa S., Aversa (44' st Evangelista), Franceschi, Marroni, Kwiatkowski, Festa M. (28' st Alberghini), Toncelli, Berardi, Proietti (42' st Talone). A disp.: De Santis, Festa L., Graziano, Casalenuovo, Ciaraglia. All.: Antognetti.
Arbitro: Abu Ruqua di Roma 2.
Marcatori: 6' st e 12' st rig. Giuliani F. (Mag), 20' st rig. Toncelli (Gui), 36' st Di Gennaro (Mag).
Note: ammoniti Mattia (Gui), Franceschi (Gui), Giuliani F. (Mag). Spettatori 100 circa.

MAGLIANO SABINA – La Maglianese torna alla vittoria, battendo e scavalcando il Guidonia in un delicato scontro salvezza. Davanti a 100 spettatori la gara si dimostra subito godibile e la Maglianese parte all'attacco con Diofebi che vola sulla sua sinistra a deviare la conclusione di Ojeda. Cresce il Guidonia che sfiora la rete con una punizione di Festa di poco alta. La gara si accende nella ripresa. Giuliani trova un varco nella difesa ospite e si infila realizzando poi con un diagonale preciso. Raddoppio su rigore per un fallo di Mattia con Giualiani che calcia angolato e di potenza. Il Guidonia accorcia le distanze sempre dal dischetto per un fallo di Falco su Proietti, è freddo Toncelli nell'esecuzione. Proprio Toncelli sfiora il pareggio quando si gira bene in area e sfiora il palo. La rete di Di Gennaro, conclusione rasoterra all'angolino, chiude i discorsi in contropiede. Nel recupero Diofebi vola sul colpo di testa di Di Gennaro. Con questo risultato la Maglianese torna a sorridere, momento difficile per il Guidonia.